Deprecated: Function ereg_replace() is deprecated in /home/.sites/90/site11/web/libs/func_kda.inc.php on line 168 Recensione di Crash - Contatto Fisico - Paul Haggis - W2M
W2M - Home Page
W2N Welcome to the News
W2N Welcome to the News INHUMANE RESOURCES di Michele Pastrello
W2N Welcome to the News Maria Grazia Cucinotta e Graziano Debellini per la rinascita di L'Aquila
W2N Welcome to the News ULTRACORPO, il nuovo corto di Michele Pastrello
W2M Newsletter
W2M Newsletter
Iscriviti

W4M Written for the Movies
Quante volte ti è capitato di leggere un libro e augurarti che ne venisse fatto subito un film?
W4M trasforma il tuo libro in un film!
Breaking News
Breaking News
Autore:
Frank Schatzing
Anno:
2014
Archivio W4M's
Segnala il tuo W4M

M4M Music for the Movies
Kill Bill Vol. 1
Kill Bill Vol. 1
Archivio M4M's
Segnala il tuo M4M

W2M Trivia
La pubblicità ci mette nell'invidiabile posizione di desiderare auto e vestiti, ma soprattutto possiamo ammazzarci in lavori che odiamo per poterci comprare idiozie che non ci servono affatto.
INDOVINA IL FILM INFO



 
 
AT HOME | Scheda Film


Crash - Contatto FisicoCrash - Contatto Fisico
di Paul Haggis (2004)

Come sono diventati gli Stati Uniti d'America all'alba del duemila? Dove li sta portando l'amministrazione Bush con le sue strategie economico-militari? Come vive l'ordine mondiale il popolo che teoricamente dovrebbe dominare il globo, ma che a breve vivrà sulla propria pelle la più terrificante crisi economica della storia dell'uomo? Servirà agli USA continuare ad accogliere (=reclutare) i poveracci di tutto il mondo per tener dietro a paesi in espansione irrefrenabile come la Cina? Crash, freschissimo vincitore dell'Oscar 2006 come miglior film, non ci dà risposte, ma prova a riprodurre l'identità di un "non popolo" tramite un microcampione preso nella metropoli più rappresentativa - e multirazziale -della nazione: Los Angeles. Il risultato è un disastro! Il razzismo dilaga tra etnie, serpreggiando come una letale anaconda: culi pallidi conro negri, negri contro musi gialli, musi gialli contro cammellieri, cammellieri contro culi pallidi... e non serve a molto usare termini come wasp, afroamericani, orientali, mediorientali: l'odio per il diverso, per chi arriva nel MIO paese (anche se lo è solo da 10 anni, mentre i primi 30 della mia vita li ho vissuti magari a Milano) e pensa di poter fare concorrenza al mio negozietto alimentare come se nulla fosse, quell'odio lì non è innescato nè dalle parole nè dal colore della pelle. E' l'odio di chi ha paura, una costante paura... pensateci: prima pesanti azioni terroristiche interne causate da nemici oscuri (antrace, Unabomber fino al picco delle Torri Gemelle), poi il profilo di minacce per tutto il mondo provenienti da una zona ben definita: talebani in Afghanistan, armi chimiche in Iraq, ora l'atomica in Iran... sembra la costruzione di una piattaforma di controllo della minaccia cinese, la conquista di un avamposto che può diventare un giorno la prima linea, quando magari ci si dovrà giocare il tutto per tutto...e questo con l'appoggio quasi incondizionato di un popolo terrorizzato, troppo spaventato per farsi domande profonde sulle origini della tensione che li attanaglia, troppo ignorante per trovare delle risposte che vadano oltre al colpevolizzare dei propri guai il vicino, quello con un diverso colore di pelle ed identiche disgrazie. All'inizio del film il Detective Waters (Don Cheadle) afferma che a Los Angeles l'unico modo che la gente ha di entrare in contatto fisico è con gli incidenti stradali. E Haggis prova a stare in bilico su  questo concetto durante tutto lo sviluppo di Crash, ennesimo film corale che si rifà all'immenso Altman de I protagonisti o America oggi senza in effetti sfigurare troppo: ora pende a favore del concetto raccontando la rabbia razzista del Sergente Ryan, frustrato dalla malattia del padre che non riesce a far curare; ora a sfavore disegnando sul viso angelico dell'agente Hanson (Ryan Philippe) il disprezzo per il razzismo di Ryan; dondola ancora sulla prima posizione quando ci mostra gli isterismi razzisti da diva della bella e ricca Jean Cabot (Sandra Bullock)... e così via in un pendolo che oscillando si ferma a metà della pellicola, per poi prendere a dondolare in senso opposto, mostrandoci il lato buono di quelli che eravamo arrivati a definire come cattivi ed il lato oscuro dei presunti buoni... Il film è ben fatto, ben recitato, un buon film per carità. Ma che gli USA abbiano ormai bisogno di film che insegnino alla gente a non giudicare a prima vista, sulla base della prima impressione, e che in ognuno esiste il buono ed il cattivo è preoccupante, non solo per gli americani ma anche per chi adotta il loro modello di democrazia; che poi a film come questi venga dato addirittura un Oscar (la massima spinta d'esportazione dei messaggi del modello americano) significa che gli USA hanno fatto il loro tempo. Ma dico, se Crash è da Oscar, a La tigre e la neve di Benigni cosa cacchio devono dare? Le chiavi della Casa Bianca? MAGARI!!!

GIUDIZIO: WW


Filippo Nembrini


Acquista Crash - Contatto Fisico su www.ibs.it
Acquista
Crash - Contatto Fisico
su iBS.it
Acquista Crash - Contatto Fisico su www.ibs.it

ARCHIVIO RECENSIONI

 
Nell'archivio delle recensioni di W2M sono ad oggi presenti 836 film.
Per effettuare una ricerca inserisci qui di seguito un titolo, un regista o una parola e trova il tuo film!
 
  Cerca il film


Puoi anche consultare l'archivio alfabetico dei titoli presenti:

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | #
 

ULTIMI INSERIMENTI
Pompei
A casa
Pompei
di Paul W.S. Anderson

Kolossal storico di produzione americana (e si vede…) che ha il suo richiamo nell’attore Kit...
Smetto quando voglio
A casa
Smetto quando voglio
di Sydney Sibilia

Esordio positivo dietro la macchina da presa di Sibilia con una commedia agrodolce che pone in...
Non buttiamoci giù
A casa
Non buttiamoci giù
di Pascal Chaumeil

Tratto dal bestseller di Nick Hornby, l’opera di Chaumeil è una commedia che pone al suo centro...
Robocop
A casa
Robocop
di José Padilha

Nel 1987 la fantasia di Paul Verhoeven creava un giustiziere impersonale, infallibile e diventato...
Divergent
A casa
Divergent
di Neil Burger

Prosegue la ricerca, quasi spasmodica, del sostituto “young adult” di Twilight e Harry Potter. Ci...
Amazing Spider-Man 2, The
A casa
Amazing Spider-Man 2, The
di Marc Webb

A due anni di distanza ecco la puntata numero due del reboot dell’Uomo Ragno. Sempre con Marc...
Noah
A casa
Noah
di Darren Aronofsky

Aronofsky è uno di quei registi che non passa inosservato; le sue opere generano commenti, aprono...
Monuments men
A casa
Monuments men
di George Clooney

George Clooney torna dietro la macchina da presa per la quinta volta portando sullo schermo la...
Wolf of Wall Street, The
A casa
Wolf of Wall Street, The
di Martin Scorsese

La notte del prossimo 2 marzo sapremo chi l’avrà spuntata tra i nove film in corsa per l’Oscar. The...
Snowpiercer
A casa
Snowpiercer
di Bong Joon-ho

Produzione Corea del Sud, USA e Francia, per un film di fantascienza che rischia di diventare un...

 

 

 
 

© 2020 w2m.it - realizzazione tecnica: E.R.WEB - s.r.l. | Privacy Policy | Cookie Policy