Deprecated: Function ereg_replace() is deprecated in /home/.sites/90/site11/web/libs/func_kda.inc.php on line 168 Recensione di Tre Amici, Un Matrimonio E Un Funerale (The Pallbearer) - Matt Reeves - W2M
W2M - Home Page
W2N Welcome to the News
W2N Welcome to the News INHUMANE RESOURCES di Michele Pastrello
W2N Welcome to the News Maria Grazia Cucinotta e Graziano Debellini per la rinascita di L'Aquila
W2N Welcome to the News ULTRACORPO, il nuovo corto di Michele Pastrello
W2M Newsletter
W2M Newsletter
Iscriviti

W4M Written for the Movies
Quante volte ti è capitato di leggere un libro e augurarti che ne venisse fatto subito un film?
W4M trasforma il tuo libro in un film!
Breaking News
Breaking News
Autore:
Frank Schatzing
Anno:
2014
Archivio W4M's
Segnala il tuo W4M

M4M Music for the Movies
Kill Bill Vol. 1
Kill Bill Vol. 1
Archivio M4M's
Segnala il tuo M4M

W2M Trivia
La pubblicità ci mette nell'invidiabile posizione di desiderare auto e vestiti, ma soprattutto possiamo ammazzarci in lavori che odiamo per poterci comprare idiozie che non ci servono affatto.
INDOVINA IL FILM INFO



 
 
AT HOME | Scheda Film


Tre Amici, Un Matrimonio E Un Funerale (The Pallbearer)Tre Amici, Un Matrimonio E Un Funerale (The Pallbearer)
di Matt Reeves (1996)

E’ ormai assodato che in Italia i distributori non siano molto abili nel tradurre i titoli delle pellicole straniere: spesso le scelte delle pessime traduzioni sono dettate da pure e semplici regole di mercato che solo raramente sortiscono gli effetti auspicati (cioè incassare…): infatti, anche se la pessima versione italiana del titolo di questo gioiellino della Miramax (da noi uscito in ritardo scandaloso…) potrebbe richiamare un noto film di grande successo degli anni ’90 con Hugh Grant e Andie MacDowell ('Quattro matrimoni e un funerale'),'The pallbearer' (titolo originale del film che letteralmente significa 'colui che porta la bara') più che altro può essere definito un 'Laureato anni '90',o almeno così lo ha definito il noto mensile cinematografico 'Ciak'. Allora: lasciamo innanzitutto perdere paragoni inutili e forse anche un pochino ridicoli che decreterebbero già il vincitore prima ancora di iniziare la sfida e limitiamoci a considerare le somiglianze e i richiami fra le due pellicole. Per esempio, il protagonista, Tom (un David Schwimmer direttamente dalla scuderia di 'Friends'...) sfoggia la stessa aria un po’ assente e malinconica e la stessa pettinatura che allora fu di Dustin Hoffman; e come nel celeberrimo film di Mike Nichols, finisce a letto con una determinata e matura signora che ha appena perso un figlio. Inoltre,e questo è più importante, per tutta la durata del film serpeggia fra i giovani protagonisti una certa insoddisfazione, una sorta di ansia che li spinge a sposarsi con donne insopportabili e tentare di tradirle senza un reale motivo; i due protagonisti hanno inoltre un rapporto malsano e difficile con i propri genitori: Tom è succube di una madre ossessiva e petulante, mentre Julie (Gwyneth Paltrow) non accetta le allettanti prospettive professionali che suo padre, un 'palazzinaro italoamericano' le offre per andare alla ricerca di sè stessa lontano da tutti a bordo di un'automobile per le strade degli Stati Uniti, proprio come facevano i due giovani innamorati nel film del 1967. E questo cosa vuol dire? che dal 1967 a oggi non è cambiato nulla? che l'autobus che alla fine de 'Il laureato' portava via per sempre 'Ben e Elaine' dalla mediocrità delle convenzioni borghesi non li ha portati lontano? dite che è ritornato da dove era partito? forse sì. Non dimentichiamo che quel lungometraggio era stato in un certo senso profetico perchè fotografava un disagio esistenziale giovanile che sarebbe esploso in tutto il mondo occidentale e in tutta la sua portata proprio l'anno seguente: ed esattamente trent'anni dopo,il film di Matt Reeves testimonia che tanti anni di lotte, di cambiamenti, rivoluzioni sessuali, sociologiche, culturali e chi più ne ha più ne metta, non hanno soppresso il 'male di vivere'. E a questo stato d’animo la sceneggiatura risponde alternando in perfetto equilibrio situazioni romantiche da una parte e paradossali,ironiche e un pò macabre,cariche di humour-nero dall’altra; il tutto condito con una colonna sonora che mescola abilmente brani di Curtis Mayfield, di Herbie Hancock, di Al Green (Love is a beautiful thing) di Neil Young (Harvest Moon) e di Sheryl Crow (sua è la bellissima 'I shall believe' che i due giovani innamorati ballano alla fine mentre si dicono addio...ma è davvero un addio o un arrivederci?). Ottimi anche gli interpreti: difficile stabilire chi sia più bravo fra il 'neo-laureato' David Schwimmer, Gwyneth Paltrow, dolce e sorniona quanto caparbia e ostinata e la aggressiva 'Mrs. Robinson' degli anni '90, Barbara Hershey, attrice di consumata bravura: già attrice-feticcio in alcune pellicole cult di Martin Scorsese come ‘America 1929: sterminateli senza pietà’ (1973) e l’ingiustamente boicottato e incompreso ‘L’ultima tentazione di Cristo’ (1988); poi regina del cinema indipendente di qualità in ‘Un mondo a parte’ (1988), da anni specializzata in caratterizzazioni da applauso: è stata una perfetta dark-lady in un cameo ne ‘Il milgliore’ (1984) di Barry Levinson a fianco di Robert Redford; ha vestito i panni della diabolica Madame Merle in 'The portrait of a lady' (1996) di Jane Campion con Nicole Kidman e John Malkovich e dell'enigmatica psicologa moglie di Geoffrey Rush nel capolavoro australiano 'Lantana' (2002). Il film non ha avuto un grande successo di pubblico:in patria ha incassato solo 5 milioni e mezzo di dollari. Sicuramente si meritava qualcosa di più.

GIUDIZIO: WW

Notiamo un altro richiamo diretto a 'Il laureato' (forse il più evidente...) nella scena in cui Tom indossa un costume da bagno durante una festa in giardino...Dustin Hoffman indossava invece una muta che era costretto a 'sfoggiare' davanti a parenti e amici dei genitori per compiacere questi ultimi...


Daniele Daccò


ARCHIVIO RECENSIONI

 
Nell'archivio delle recensioni di W2M sono ad oggi presenti 836 film.
Per effettuare una ricerca inserisci qui di seguito un titolo, un regista o una parola e trova il tuo film!
 
  Cerca il film


Puoi anche consultare l'archivio alfabetico dei titoli presenti:

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | #
 

ULTIMI INSERIMENTI
Pompei
A casa
Pompei
di Paul W.S. Anderson

Kolossal storico di produzione americana (e si vede…) che ha il suo richiamo nell’attore Kit...
Smetto quando voglio
A casa
Smetto quando voglio
di Sydney Sibilia

Esordio positivo dietro la macchina da presa di Sibilia con una commedia agrodolce che pone in...
Non buttiamoci giù
A casa
Non buttiamoci giù
di Pascal Chaumeil

Tratto dal bestseller di Nick Hornby, l’opera di Chaumeil è una commedia che pone al suo centro...
Robocop
A casa
Robocop
di José Padilha

Nel 1987 la fantasia di Paul Verhoeven creava un giustiziere impersonale, infallibile e diventato...
Divergent
A casa
Divergent
di Neil Burger

Prosegue la ricerca, quasi spasmodica, del sostituto “young adult” di Twilight e Harry Potter. Ci...
Amazing Spider-Man 2, The
A casa
Amazing Spider-Man 2, The
di Marc Webb

A due anni di distanza ecco la puntata numero due del reboot dell’Uomo Ragno. Sempre con Marc...
Noah
A casa
Noah
di Darren Aronofsky

Aronofsky è uno di quei registi che non passa inosservato; le sue opere generano commenti, aprono...
Monuments men
A casa
Monuments men
di George Clooney

George Clooney torna dietro la macchina da presa per la quinta volta portando sullo schermo la...
Wolf of Wall Street, The
A casa
Wolf of Wall Street, The
di Martin Scorsese

La notte del prossimo 2 marzo sapremo chi l’avrà spuntata tra i nove film in corsa per l’Oscar. The...
Snowpiercer
A casa
Snowpiercer
di Bong Joon-ho

Produzione Corea del Sud, USA e Francia, per un film di fantascienza che rischia di diventare un...

 

 

 
 

© 2020 w2m.it - realizzazione tecnica: E.R.WEB - s.r.l. | Privacy Policy | Cookie Policy