Deprecated: Function ereg_replace() is deprecated in /home/.sites/90/site11/web/libs/func_kda.inc.php on line 168 Recensione di Harry Potter e i doni della morte – Parte 1 - David Yates - W2M
W2M - Home Page
W2N Welcome to the News
W2N Welcome to the News INHUMANE RESOURCES di Michele Pastrello
W2N Welcome to the News Maria Grazia Cucinotta e Graziano Debellini per la rinascita di L'Aquila
W2N Welcome to the News ULTRACORPO, il nuovo corto di Michele Pastrello
W2M Newsletter
W2M Newsletter
Iscriviti

W4M Written for the Movies
Quante volte ti è capitato di leggere un libro e augurarti che ne venisse fatto subito un film?
W4M trasforma il tuo libro in un film!
Breaking News
Breaking News
Autore:
Frank Schatzing
Anno:
2014
Archivio W4M's
Segnala il tuo W4M

M4M Music for the Movies
Kill Bill Vol. 1
Kill Bill Vol. 1
Archivio M4M's
Segnala il tuo M4M

W2M Trivia
Non sei niente, sei solo chiacchiere e distintivo, chiacchiere e distintivo!!!
INDOVINA IL FILM INFO



 
 
AT HOME | Scheda Film


Harry Potter e i doni della morte – Parte 1Harry Potter e i doni della morte – Parte 1
di David Yates (2010)

Le voci bene informate dicono che J.K. Rowling sembra essere ritornata sulla sua decisione e che Harry Potter e i doni della morte non sarà l’ultimo romanzo sul maghetto da lei scritto. Speriamo che ci rifletta bene. La saga l’ha fatta diventare miliardaria (è la donna più ricca d’Inghilterra, davanti anche alla Regina…) perché ben scritta e con un percorso logico; non è detto che eventuali aggiunte siano allo stesso livello. E’ quanto è successo anche al lavoro di Yates; questa Parte 1, infatti, non è alla stessa altezza dei primi lungometraggi. E’ pur vero che il libro è, probabilmente, il più difficile da tradurre in immagini, con la lunga fuga di Harry, Hermione e Ron alla ricerca degli Horcrux e, soprattutto, a cercare di sfuggire ai Mangiamorte e a “Tu-sai-chi”, e che il regista ha dichiarato più volte di aver “tratto ispirazione” dal racconto, più che di averlo trasformato pari-pari in film. Pur avendo in evidenza ciò, tuttavia, l’opera è a tratti un po’ noiosa e i puristi non mancheranno di osservare alcune incongruenze e mancanze che, forse, aprono le porte a una Parte II piuttosto diversa dal libro (come le voci fatte circolare dicono). Tra le altre differenze, come non notare che il mantello dell’invisibilità è completamente sparito dalla narrazione, tenendo conto che nel racconto Harry comincia a ritenere veritiera la storia dei tre fratelli – e non a considerarla una semplice fiaba per bambini – proprio pensando a questo suo oggetto decisamente uguale alla descrizione fatta nella favola? Significa che nella Parte II sparirà (e chi ha letto il libro sa l’importanza che ha soprattutto nella conclusione della storia). Inoltre, il mantello è anche una metafora della crescente saggezza di Harry. E, in effetti, al film di Yates manca proprio l’approfondimento dei caratteri dei personaggi principali, del passaggio doloroso verso l’età adulta e di quanto incida la rinuncia alle facili scelte: tutti elementi che fanno “grande” la scrittura della Rowling. Altro punto importante che serve alla fine a capire meglio il ruolo di Piton è la ferita che porta il gemello George a perdere un orecchio. Qui nessuno dice chi è stato, altro fattore cancellato nella Parte II? Il regista ha scelto di chiudere la Parte I con Voldemort (Ralph Fiennes) che toglie la bacchetta di sambuco al cadavere di Silente, un’elaborazione necessaria per dare un minimo di senso alla fine del film. Harry sta per compiere 17 anni che, nel mondo della magia, corrisponde alla maggiore età; dal suo compleanno perderà la protezione imposta dal sacrificio della mamma; è per questo che diventa indispensabile spostarlo in un luogo segreto e facile da proteggere. Sospettando un’infiltrazione nel Ministero da parte dei Mangiamorte, viene creato un diversivo con ben sette Harry Potter che vengono trasportati con appuntamento per tutti alla Tana. Il vero Harry viaggerà con Hagrid e avrà il primo scontro con Voldemort dal quale non uscirà viva la sua bianca Edvige. Mentre alla Tana si celebra il matrimonio di Billy e Fleur, il signore oscuro e i suoi sgherri riescono a occupare il Ministero e a prendersi tutto il potere. Per Harry (Daniel Radcliffe), Hermione (Emma Watson) e Ron (Rupert Grint) inizia così una corsa contro il tempo e contro i nemici, un continuo spostamento con il solo conforto di ciò che Hermione è riuscita a portarsi nella sua magica borsettina alla ricerca degli Horcrux rimasti. Voldemort, nel frattempo, ha scoperto l’esistenza di una “super” bacchetta, che – nella sua idea – lo farà diventare invincibile. Non si limita a imprigionare e uccidere, ma arriva a divellere la tomba di Silente per impossessarsene, convinto di rendere vano il tentativo del suo vecchio maestro di nascondergliela. Oltre ai personaggi già visti precedentemente, come Bellatrix Lastrange (Helena Bonham Carter), Narcissa Malfoy (Helen McCrory), Lucius Malfoy (Jason Isaacs), Draco (Tom Felton) il gruppo dei cattivi vede il ritorno di Dolores Umbridge e di altri loschi personaggi. Nelle new entry troviamo il padre di Luna, Xenophilius Lovegood (Rhys Ifans), che spiegherà ai nostri il significato del simbolo che appare sul libro originale di Beda il Bardo lasciato da Silente a Hermione, ma che sarà anche chi farà cadere nelle mani dei Malfoy i tre. Conosciamo anche Rufus Scrimgeour (Bill Nighy) l’”ultimo” Ministro della Magia pre-Voldemort, Bathilda Bagshot (Hazel Douglas), storica, ma anche qualcosa di diverso, e Gregorovitch (Rade Serbedzija) mago dell’est Europa che ai tempi aveva posseduto la famosa bacchetta di sambuco. La produzione, d’accordo con il regista, ha deciso di non utilizzare il 3D in quanto i risultati non erano soddisfacenti. Nulla da eccepire, comunque, sugli effetti speciali. Ciò che manca, come già nel precedente Principe Mezzosangue, è la capacità del regista di ricreare la felice combinazione di azione, tensione e psicologia delle prime puntate. E’ facile, però, pronosticare un certo successo anche per questa Parte I visto che la saga di Harry Potter al cinema ha incassato, finora, 5,4 miliardi di dollari!

GIUDIZIO: W 1/2


Renata Zambelli


Acquista Harry Potter e i doni della morte – Parte 1 su www.ibs.it
Acquista Harry Potter e i doni della morte – Parte 1 su www.ibs.it

ARCHIVIO RECENSIONI

 
Nell'archivio delle recensioni di W2M sono ad oggi presenti 836 film.
Per effettuare una ricerca inserisci qui di seguito un titolo, un regista o una parola e trova il tuo film!
 
  Cerca il film


Puoi anche consultare l'archivio alfabetico dei titoli presenti:

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | #
 

ULTIMI INSERIMENTI
Pompei
A casa
Pompei
di Paul W.S. Anderson

Kolossal storico di produzione americana (e si vede…) che ha il suo richiamo nell’attore Kit...
Smetto quando voglio
A casa
Smetto quando voglio
di Sydney Sibilia

Esordio positivo dietro la macchina da presa di Sibilia con una commedia agrodolce che pone in...
Non buttiamoci giù
A casa
Non buttiamoci giù
di Pascal Chaumeil

Tratto dal bestseller di Nick Hornby, l’opera di Chaumeil è una commedia che pone al suo centro...
Robocop
A casa
Robocop
di José Padilha

Nel 1987 la fantasia di Paul Verhoeven creava un giustiziere impersonale, infallibile e diventato...
Divergent
A casa
Divergent
di Neil Burger

Prosegue la ricerca, quasi spasmodica, del sostituto “young adult” di Twilight e Harry Potter. Ci...
Amazing Spider-Man 2, The
A casa
Amazing Spider-Man 2, The
di Marc Webb

A due anni di distanza ecco la puntata numero due del reboot dell’Uomo Ragno. Sempre con Marc...
Noah
A casa
Noah
di Darren Aronofsky

Aronofsky è uno di quei registi che non passa inosservato; le sue opere generano commenti, aprono...
Monuments men
A casa
Monuments men
di George Clooney

George Clooney torna dietro la macchina da presa per la quinta volta portando sullo schermo la...
Wolf of Wall Street, The
A casa
Wolf of Wall Street, The
di Martin Scorsese

La notte del prossimo 2 marzo sapremo chi l’avrà spuntata tra i nove film in corsa per l’Oscar. The...
Snowpiercer
A casa
Snowpiercer
di Bong Joon-ho

Produzione Corea del Sud, USA e Francia, per un film di fantascienza che rischia di diventare un...

 

 

 
 

© 2020 w2m.it - realizzazione tecnica: E.R.WEB - s.r.l. | Privacy Policy | Cookie Policy