Deprecated: Function ereg_replace() is deprecated in /home/.sites/90/site11/web/libs/func_kda.inc.php on line 168 Recensione di Transformers 3 – Dark of the Moon - Michael Bay - W2M
W2M - Home Page
W2N Welcome to the News
W2N Welcome to the News INHUMANE RESOURCES di Michele Pastrello
W2N Welcome to the News Maria Grazia Cucinotta e Graziano Debellini per la rinascita di L'Aquila
W2N Welcome to the News ULTRACORPO, il nuovo corto di Michele Pastrello
W2M Newsletter
W2M Newsletter
Iscriviti

W4M Written for the Movies
Quante volte ti è capitato di leggere un libro e augurarti che ne venisse fatto subito un film?
W4M trasforma il tuo libro in un film!
Breaking News
Breaking News
Autore:
Frank Schatzing
Anno:
2014
Archivio W4M's
Segnala il tuo W4M

M4M Music for the Movies
Kill Bill Vol. 1
Kill Bill Vol. 1
Archivio M4M's
Segnala il tuo M4M

W2M Trivia
Muscoli!!!... Così non ti vengono quelle spallucce vittimiste dei tennisti italiani, che perdono sempre per colpa dell'arbitro, del vento, della sfortuna, del net,... sempre per colpa di qualcuno, mai per colpa loro.
INDOVINA IL FILM INFO



 
 
AT HOME | Scheda Film


Transformers 3 – Dark of the MoonTransformers 3 – Dark of the Moon
di Michael Bay (2011)

“L’abbiamo scritto in fretta e furia, cercando di mettere più scene d’azione possibile. Non è così che si fa un film”: questa l’opinione di Roberto Orci, sceneggiatore de La vendetta del Caduto, seconda puntata dei Transformers stroncata dai critici, ma che ha incassato oltre 830 milioni di dollari, superando gli oltre 700 milioni del primo. E’ per questo che Bay, Spielberg & C. hanno lavorato sodo, per arrivare a una terza (e definitiva, ma mai dire mai…) puntata della lotta tra Autobot e Decepticon. Tra le novità principali, la conversione del regista al 3D dopo l’incontro con James Cameron e la sua troupe. Il risultato è molto buono: Bay ha usato la ripresa diretta in 3D nel 60% del film, mentre per i primi piani ha preferito la tecnologia tradizionale, secondo lui migliore come resa. Altra novità, il cambio degli sceneggiatori dei primi due capitoli sostituiti da Ehren Kruger (I fratelli Grimm e l’incantevole strega) che ha portato una visione più approfondita, per rispondere alle esigenze del regista che voleva sì uno war movie, ma con un’anima. Tra gli attori il cambio che si nota immediatamente è la protagonista femminile. Megan Fox è stata estromessa (e, di conseguenza, il suo personaggio) dopo un furioso litigio con Bay, in cui l’ha accusato di essere un tiranno della peggior specie. Al suo posto Rosie Huntington-Whiteley nei panni di Carly, nuova fidanzata di Sam Witwicky (Shia LaBeouf) trasferitosi a Washington e alla ricerca del suo primo impiego, ricerca difficile nonostante il suo curriculum da “salvatore del mondo” e una medaglia al valore ricevuta direttamente dal Presidente Obama. C’è da dire che la modella Rosie (è il volto del marchio Victoria’s Secret), alla sua prima prova importante come attrice, non fa rimpiangere Megan Fox, da tanti accusata di essere molto rifatta e con un campionario di espressioni piuttosto limitato. Bella è bella e ha pure imparato a correre sui tacchi alti con una certa disinvoltura… Altre entrate nel cast degli umani sono di attori che godono di una notevole fama di bravura. Troviamo, infatti, John Malkovich nel ruolo dello stravagante e paranoico Bruce Brazos, primo capo di Sam, Frances McDormand nei panni di Charlotte Mearing, il temutissimo capo della National Intelligence, e Patrick Dempsey (Grey’s anatomy), Dylan Gould, il capo di Carly, bello, ricco, generoso, ma che nasconde un segreto importante per lo svolgersi della storia. Le conferme, invece, oltre alla famiglia Witwicky (Kevin Dunn e Julie White sono sempre i genitori di Sam), vedono John Turturro nel ruolo dell’ex agente Simmons, ora ricco scrittore, Tyrese Gibson, l’inossidabile sergente Epps, Josh Duhamel, cioè il colonnello William Lennox e Glenn Morshower nei panni del capo del Nest. Le scene iniziali mostrano Cybertron sull’orlo della rovina totale; la sconfitta degli Autobot è molto vicina e l’ultimo tentativo di salvare una parte della loro tecnologia sembra vanificato dall’apparente distruzione dell’astronave. Arriviamo nel 1961 nella nostra realtà con lo schianto di un’enorme mezzo alieno sulla Luna. Da qui, Kennedy e l’amministrazione statunitense (alcune delle immagini sono originali dell’epoca, con il Presidente che lancia il famoso proclama di arrivare entro la fine del decennio sul nostro satellite). Nel 1969 l’allunaggio ha veramente luogo e gli astronauti Aldrin (Cory Tucker) e Armstrong (Don Jeanes) svolgono, oltre al programma ufficiale, anche una parte coperta da segreto di stato di cui solo pochissime persone sono al corrente. E’ ai giorni nostri che Sam, a Washington in casa della novella fidanzata Carly e impegnato nella gavetta del suo primo lavoro, viene di nuovo coinvolto – suo malgrado – nella lotta tra Autobot e Decepticon, per salvare il disastrato pianeta Terra. Nei resti di Chernobyl fanno la loro apparizione Shockwave (new entry tra i Transformers), il tiranno di Cybertron, e l’enorme Decepticon Driller, mentre gli spettatori capiscono che non solo gli Autobot hanno stretti rapporti con gli umani. Da ciò deriva però anche la consapevolezza di Optimus Prime che gli Stati Uniti hanno nascosto molte cose agli Autobot; il recupero sulla Luna di Sentinel Prime (che nell’originale ha la voce di Leonard Nimoy, il mitico Spock di Star Trek) – precedente punto di riferimento degli Autobot, scienziato e colui che aveva cercato senza successo di fuggire da Cybertron per salvare la tecnologia – e la scoperta dei “pilastri”, oggetti avanzatissimi, apre la strada alla verità. Grazie anche a Sam, si scopre quanto i Decepticon sono penetrati nel nostro mondo e qual è il perfido piano di Sentinel Prime che si è accordato con Megatron. Nella battaglia finale per la sopravvivenza della Terra e della libertà degli uomini, ancora una volta Autobot, Sam e il team del colonnello Lennox riescono ad avere la meglio. Nulla da eccepire riguardo agli effetti speciali (le riprese a Chicago e la distruzione dei palazzi sono davvero eccellenti), anche la prima ora è buona e tiene la platea incollata allo schermo. Poi, però, il film diventa troppo lungo e scontato. Peccato, perché un taglio di almeno 10 minuti avrebbe molto giovato alla pellicola.

GIUDIZIO: W 1/2



Renata Zambelli


Acquista Transformers 3 – Dark of the Moon su www.ibs.it
Acquista Transformers 3 – Dark of the Moon su www.ibs.it

ARCHIVIO RECENSIONI

 
Nell'archivio delle recensioni di W2M sono ad oggi presenti 836 film.
Per effettuare una ricerca inserisci qui di seguito un titolo, un regista o una parola e trova il tuo film!
 
  Cerca il film


Puoi anche consultare l'archivio alfabetico dei titoli presenti:

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | #
 

ULTIMI INSERIMENTI
Pompei
A casa
Pompei
di Paul W.S. Anderson

Kolossal storico di produzione americana (e si vede…) che ha il suo richiamo nell’attore Kit...
Smetto quando voglio
A casa
Smetto quando voglio
di Sydney Sibilia

Esordio positivo dietro la macchina da presa di Sibilia con una commedia agrodolce che pone in...
Non buttiamoci giù
A casa
Non buttiamoci giù
di Pascal Chaumeil

Tratto dal bestseller di Nick Hornby, l’opera di Chaumeil è una commedia che pone al suo centro...
Robocop
A casa
Robocop
di José Padilha

Nel 1987 la fantasia di Paul Verhoeven creava un giustiziere impersonale, infallibile e diventato...
Divergent
A casa
Divergent
di Neil Burger

Prosegue la ricerca, quasi spasmodica, del sostituto “young adult” di Twilight e Harry Potter. Ci...
Amazing Spider-Man 2, The
A casa
Amazing Spider-Man 2, The
di Marc Webb

A due anni di distanza ecco la puntata numero due del reboot dell’Uomo Ragno. Sempre con Marc...
Noah
A casa
Noah
di Darren Aronofsky

Aronofsky è uno di quei registi che non passa inosservato; le sue opere generano commenti, aprono...
Monuments men
A casa
Monuments men
di George Clooney

George Clooney torna dietro la macchina da presa per la quinta volta portando sullo schermo la...
Wolf of Wall Street, The
A casa
Wolf of Wall Street, The
di Martin Scorsese

La notte del prossimo 2 marzo sapremo chi l’avrà spuntata tra i nove film in corsa per l’Oscar. The...
Snowpiercer
A casa
Snowpiercer
di Bong Joon-ho

Produzione Corea del Sud, USA e Francia, per un film di fantascienza che rischia di diventare un...

 

 

 
 

© 2020 w2m.it - realizzazione tecnica: E.R.WEB - s.r.l. | Privacy Policy | Cookie Policy