Deprecated: Function ereg_replace() is deprecated in /home/.sites/90/site11/web/libs/func_kda.inc.php on line 168 Recensione di Total Recall - Atto di forza - Len Wiseman - W2M
W2M - Home Page
W2N Welcome to the News
W2N Welcome to the News INHUMANE RESOURCES di Michele Pastrello
W2N Welcome to the News Maria Grazia Cucinotta e Graziano Debellini per la rinascita di L'Aquila
W2N Welcome to the News ULTRACORPO, il nuovo corto di Michele Pastrello
W2M Newsletter
W2M Newsletter
Iscriviti

W4M Written for the Movies
Quante volte ti è capitato di leggere un libro e augurarti che ne venisse fatto subito un film?
W4M trasforma il tuo libro in un film!
Breaking News
Breaking News
Autore:
Frank Schatzing
Anno:
2014
Archivio W4M's
Segnala il tuo W4M

M4M Music for the Movies
Kill Bill Vol. 1
Kill Bill Vol. 1
Archivio M4M's
Segnala il tuo M4M

W2M Trivia
È sempre la stessa storia: è solo quando cominci a temere davvero la morte, che impari ad apprezzare la vita.
INDOVINA IL FILM INFO



 
 
AT HOME | Scheda Film


Total Recall - Atto di forzaTotal Recall - Atto di forza
di Len Wiseman (2012)

Philip Dick si rivolterebbe nella tomba vedendo la nuova versione del suo racconto Memoria Totale portato sullo schermo nel lontano 1990 a firma Paul Verhoeven. Infatti, il regista di Underworld (già tutt’altro che un capolavoro) trasforma il cult di oltre vent’anni fa in un lungometraggio fracassone e noioso. Si salvano gli effetti speciali, che – ormai – sono dati per scontati in un’opera di fantasy/fantascienza e la recitazione degli attori, tutti di buon livello. Per il resto, nulla a che vedere con l’originale. Anche la storia è piuttosto diversa. Qui non coinvolge Marte, ma è ambientata sulla Terra. A fine del XXI secolo l’umanità ha praticamente distrutto la sua casa; si sono salvate solo due nazioni: Britannia e Colonia (ovvero l’Australia), collegate tra loro dalla Discesa, una sorta di trasporto ad ascensore che passa attraverso il nucleo del pianeta. Naturalmente nella Colonia abitano principalmente persone di lignaggio inferiore e tra loro c’è Doug Quaid (Colin Farrell nel ruolo che fu di Schwarzy), operaio nella grande azienda (l’unica?) che assembla poliziotti di materia plastica. E’ un uomo sposato con la bella Lori (Kate Beckinsale in un ruolo più ampio rispetto a quello che fu di Sharon Stone), ma frustrato dalla routine quotidiana e affetto da incubi notturni dove, spesso, appare un’altra bella donna bruna (Jessica Biel, la ribelle Melina). Quando un collega gli parla della Rekall, società che promette di esaudire ogni fantasia e di trasformare chiunque nella persona desiderata, Doug decide di provare, nonostante il parere contrario della moglie e del suo più caro amico. La scelta della personalità del sogno ricade sull’agente segreto e da qui iniziano i guai. Doug, infatti, non è un semplice operaio, ma era il miglior agente di Britannia, in missione per il Cancelliere Cohaagen (Bryan Cranston) con l’obiettivo di infiltrarsi nella resistenza e trovare lo sfuggente capo Matthias Lair (Bill Nighy). In un susseguirsi di inseguimenti e scontri con la polizia, Quaid scopre come è legato a Melina e qual era stata la sua scelta effettiva. La storia, rispetto a quella del 1990, è più piatta e meno interessante (decisamente inutile la figura del capo ribelle). Questo rifacimento conferma, se ce ne fosse bisogno, come alcuni film siano unici e come sia quasi impossibile migliorarli, o anche solo arrivare al livello originale. Non sarebbe meglio impiegare risorse per opere nuove? Alcune voci danno per imminente una nuova versione di Blade Runner: l’augurio di tutto cuore è che siano solo delle parole per riempire i giornali…

GIUDIZIO: W