Deprecated: Function ereg_replace() is deprecated in /home/.sites/90/site11/web/libs/func_kda.inc.php on line 168 Recensione di Wolverine l’immortale - James Mangold - W2M
W2M - Home Page
W2N Welcome to the News
W2N Welcome to the News INHUMANE RESOURCES di Michele Pastrello
W2N Welcome to the News Maria Grazia Cucinotta e Graziano Debellini per la rinascita di L'Aquila
W2N Welcome to the News ULTRACORPO, il nuovo corto di Michele Pastrello
W2M Newsletter
W2M Newsletter
Iscriviti

W4M Written for the Movies
Quante volte ti è capitato di leggere un libro e augurarti che ne venisse fatto subito un film?
W4M trasforma il tuo libro in un film!
Breaking News
Breaking News
Autore:
Frank Schatzing
Anno:
2014
Archivio W4M's
Segnala il tuo W4M

M4M Music for the Movies
Kill Bill Vol. 1
Kill Bill Vol. 1
Archivio M4M's
Segnala il tuo M4M

W2M Trivia
È morto senza credere a niente: deve essere stata una cosa spiacevole.
INDOVINA IL FILM INFO



 
 
AT HOME | Scheda Film


Wolverine l’immortaleWolverine l’immortale
di James Mangold (2013)

Il regista di Cop Land e Quel treno per Yuma porta sullo schermo il più problematico e umano degli X-Men: James Howlett/Logan/Wolverine (sempre con il fisico sex-symbol di Hugh Jackman). Cronologicamente è ambientato dopo la trilogia di Brian Singer. Logan, distrutto dalla morte di Jean Grey (Famke Janssen), che continua a ritornare nei suoi incubi notturni, vive come un eremita nei boschi, rifiutando il ruolo di Wolverine. E’ qui che lo trova Yukio (Rila Fukushima), giovane guerriera inviata alla sua ricerca da Ichiro Yashida (Hal Yamanouchi), un samurai giapponese salvato dall’esplosione atomica di Nagasaki proprio da Logan. La scusa ufficiale è che Yashida sta morendo e desidera dargli un dono, per ringraziarlo: farlo diventare mortale. Pur controvoglia, Logan decide di seguire la ragazza in Giappone, per scoprire che Yashida è diventato una delle persone più potenti della nazione. Ma è la nipote Mariko ad attrarlo emotivamente e fisicamente, mentre la dottoressa che ha in cura il vecchio mette in agitazione i suoi sensi da lupo. E con ragione; infatti, è Viper (Svetlana Khodchenkova), un mutante pericoloso che, ai suoi poteri, abbina ampie conoscenze biochimiche. Per proteggere Mariko dalla Yakuza, Logan scopre il vero perché dell’invito di Yashida e si rende conto che la sete di potere non ha confini. Wolverine: l’immortale fa sfoggio, come ci si aspetta, di buoni effetti speciali (un po’ inutile il 3D, nonostante sia stato presentato come di altissima qualità); la storia, però, è un po’ trascinata. La prima parte è piuttosto soporifera, l’azione è principalmente concentrata nella seconda. E’, quindi, un film da prendere alla leggera, senza aspettarsi troppo. Importante: attendere l’accensione delle luci prima di lasciare la sala. Dopo i primi titoli di coda, infatti, c’è una sorpresa: il ritorno di due X-Men, che apre una lunga serie di interrogativi a cui, probabilmente, sarà data una risposta nel continuum della saga.

GIUDIZIO: WW