Deprecated: Function ereg_replace() is deprecated in /home/.sites/90/site11/web/libs/func_kda.inc.php on line 168 Recensione di World War Z - Marc Forster - W2M
W2M - Home Page
W2N Welcome to the News
W2N Welcome to the News INHUMANE RESOURCES di Michele Pastrello
W2N Welcome to the News Maria Grazia Cucinotta e Graziano Debellini per la rinascita di L'Aquila
W2N Welcome to the News ULTRACORPO, il nuovo corto di Michele Pastrello
W2M Newsletter
W2M Newsletter
Iscriviti

W4M Written for the Movies
Quante volte ti è capitato di leggere un libro e augurarti che ne venisse fatto subito un film?
W4M trasforma il tuo libro in un film!
Breaking News
Breaking News
Autore:
Frank Schatzing
Anno:
2014
Archivio W4M's
Segnala il tuo W4M

M4M Music for the Movies
Kill Bill Vol. 1
Kill Bill Vol. 1
Archivio M4M's
Segnala il tuo M4M

W2M Trivia
Accusare un uomo di omicidio quaggiù era come fare contravvenzioni per eccesso di velocità alla 500 Miglia di Indianapolis.
INDOVINA IL FILM INFO



 
 
AT HOME | Scheda Film


World War ZWorld War Z
di Marc Forster (2013)

La dinastia dei Brooks non abbandona il cinema: infatti, Max, il figlio di Mel, è l’autore del libro World War Z – La guerra mondiale degli zombi che ha affascinato Brad Pitt tanto da spingerlo, nel 2007, ad acquistarne i diritti per la trasposizione cinematografica. L’incontro con Marc Forster ha tradotto in pratica questo progetto, ovviamente con il bel Brad nei panni del protagonista, Gerry Lane. Ex importante funzionario/agente dell’Onu, Gerry si è ritirato a vita privata per stare con la famiglia. Idea buona, ma resa vana da un’epidemia che trasforma l’umanità in zedek, praticamente dei violenti morti viventi. Gerry viene richiamato in servizio, per cercare la causa e l’inizio del tutto. Deve fare molto in fretta perché la virulenza del morbo è talmente elevata che l’umanità rischia seriamente l’estinzione. In più deve garantire la sicurezza della sua famiglia. In corsa contro il tempo, Gerry passa dalla Corea a Gerusalemme, a un laboratorio nella campagna scozzese dove, novello salvatore del mondo, scopre ciò che desiderava con tutte le sue forze. Una scena del film è già nei cult del cinema: l’assalto degli zombie all’enorme muro costruito da Gerusalemme per proteggere la città. I morti viventi più famosi sono sicuramente quelli di Romero ne L’alba dei morti viventi; tuttavia, Forster ne ha dato una versione che, probabilmente, ne diventerà l’alter ego. Infatti, gli zedek non sono catatonici, ma hanno una loro personalità, quasi rock. Nulla da eccepire sulla qualità di realizzazione del film e sugli effetti speciali. Un po’ ridondante il Brad “superuomo e salvatore della patria”, ma – nel complesso – l’horror/thriller di Forster è potabile e, anche, divertente.

GIUDIZIO: WW