Deprecated: Function ereg_replace() is deprecated in /home/.sites/90/site11/web/libs/func_kda.inc.php on line 168 Recensione di Come ti spaccio la famiglia - Rawson Marshall Thurber - W2M
W2M - Home Page
W2N Welcome to the News
W2N Welcome to the News INHUMANE RESOURCES di Michele Pastrello
W2N Welcome to the News Maria Grazia Cucinotta e Graziano Debellini per la rinascita di L'Aquila
W2N Welcome to the News ULTRACORPO, il nuovo corto di Michele Pastrello
W2M Newsletter
W2M Newsletter
Iscriviti

W4M Written for the Movies
Quante volte ti è capitato di leggere un libro e augurarti che ne venisse fatto subito un film?
W4M trasforma il tuo libro in un film!
Breaking News
Breaking News
Autore:
Frank Schatzing
Anno:
2014
Archivio W4M's
Segnala il tuo W4M

M4M Music for the Movies
Kill Bill Vol. 1
Kill Bill Vol. 1
Archivio M4M's
Segnala il tuo M4M

W2M Trivia
D'Alema, dì una cosa di sinistra, dì una cosa anche non di sinistra, di civiltà, D'Alema dì una cosa, dì qualcosa, reagisci!
INDOVINA IL FILM INFO



 
 
IN SALA | Scheda Film


Come ti spaccio la famigliaCome ti spaccio la famiglia
di Rawson Marshall Thurber (2013)

Chissà perché per la versione italiana è stato scelto un titolo così stupido invece dell’originale “Siamo i Miller”. La commedia è simpatica, divertente e ha quel tocco di “scorretto” che serve. David (Jason Sudeikis) è un quarantenne che non è mai cresciuto e vive continuando a fare il piccolo spacciatore di marijuana per una clientela selezionata, come quando era al college. Tutto procederebbe con il solito tran-tran se non ci mettesse lo zampino una lite con dei delinquentelli che gli rubano droga e soldi. David non è, quindi, in grado di pagare il suo fornitore (Ed Helms, lo Stu di “Una notte da leoni”), subdolo quel tanto che basta per proporgli un affare: andare in Messico a ritirare una partita di droga o, in alternativa, essere dato in pasto all’amata orca. Ma come superare le maglie dell’antidroga? La soluzione è creare una famiglia a pagamento. Detto, fatto. David ingaggia l’imbranato figlio della vicina (Will Poulter, visto nel terzo film della serie Le cronache di Narnia), lasciato solo dalla mamma uscita settimane prima per comperare le sigarette, una ragazza punk (Emma Roberts) e soprattutto Rose, la bionda vicina spogliarellista. Rose è interpretata da una spumeggiante Jennifer Aniston, che mette la sua verve e il suo corpo tonico e sexy al servizio della storia. Naturalmente, le cose non sono facili come sembrano e la famiglia dei Miller (questo il nome scelto da David) dovrà affrontare situazioni critiche e comiche, scoprendo amicizia, amore e valori dimenticati o non considerati. Una commedia insolita, probabilmente la migliore degli ultimi tempi, che ha nel ritmo e nel cast di serie A – compresi dei caratteristi super – i punti di forza.

GIUDIZIO: WW 1/2