W2M - Home Page
W2N Welcome to the News
W2N Welcome to the News INHUMANE RESOURCES di Michele Pastrello
W2N Welcome to the News Maria Grazia Cucinotta e Graziano Debellini per la rinascita di L'Aquila
W2N Welcome to the News ULTRACORPO, il nuovo corto di Michele Pastrello
W2M Newsletter
W2M Newsletter
Iscriviti

W4M Written for the Movies
Quante volte ti è capitato di leggere un libro e augurarti che ne venisse fatto subito un film?
W4M trasforma il tuo libro in un film!
Breaking News
Breaking News
Autore:
Frank Schatzing
Anno:
2014
Archivio W4M's
Segnala il tuo W4M

M4M Music for the Movies
Kill Bill Vol. 1
Kill Bill Vol. 1
Archivio M4M's
Segnala il tuo M4M

W2M Trivia
È buffo come i colori del vero mondo divengano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo.
INDOVINA IL FILM INFO



 
   
 

Veils - The runaway foundVeils - The runaway found, The
(2004)

Dalla Nuova Zelanda arrivano questi The Veils, dediti ad un sound molto elegante, raffinato, ricercato che combina elementi caratteristici di un pop inglese anni novanta alla Morrissey con ampie spruzzate di quel filone di rock melodico targato Starsailor... forse mi spingo troppo in là, ma mi pare evidente in questo The runaway found una forte componente d'ispirazione che si rifà al bellissimo Grace del compianto Jeff Buckley. L'album si apre con The wild son, dove l'influenza della pop vague britannica è assolutamente evidente, per cedere il passo alla bellissima Guiding light, in cui la voce di Finn Andrews (figlio del tastierista degli XTC Barry Andrews) si esibisce in tutto il suo splendore con un roco cantato moaning. E' poi la volta del singolo che ha consacrato al mondo questo gruppo emergente, la hit Lavinia, splendido pezzo buckleyano arricchito da uno spartito la cui melodia ricorda - in bello, bellissimo anzi - quella di The power of love dei Frankie goes to Hollywood. Dopo il placido ed onirico inno a Lavinia i nostri amici kiwi si scatenano con More heat than light, un pezzo aggressivo, abrasivo, il cui giro di chitarra ricorda a tratti Not for you dei Pearl Jam di Vitalogy. Come a farsi perdonare di tanta cattiveria, eccoli impegnati con la ballabilissima, super pop The tide that came and never came back, dal ritmo che sale pian piano per poi ridiscendere proprio come la marea cantatata da Finn. Atmosfere da sogno, da alba neozelandese che incornicia il passaggio di alcune balene vicino alla riva, caratterizzano le emozioni che suscita The leavers dance, in cui la chitarra ha il sapore dei primi U2. Il giro di boa di questo ricchissimo album (ben 14 tracce) è la romanticissima Talk down the girl che ci mette il vento in poppa per tornare verso riva... ma si tratta di una brezza leggere, tiepida, carezzevole come le due lentissime, quasi sussurrate The valley of New Orleans e Vicious traditions, quest'ultima impreziosita da percussioni vagamente Maori via via crescenti, come tuoni di una tempesta estiva in avvicinamento, per poi sfociare negli scrosci d'acqua disegnati dai piatti verso la fine del pezzo. Si continua così con un'infilata di brani ora placidi e godibilissimi, grazie agli archi di The nowhere man e ...& one of us must go, ora più rapidi, ritmati e vivaci come Death & Co. e Red curtain, per giungere al gran finale di Us in leaves, bellissima chiusura di The runaway found del quale contiene tutti gli elementi distintivi... al tramonto buttiamo l'ancora in rada, per goderci il calare di un sole rosso fuoco sulla superficie ancora leggermente agitata del mare. Chicca dal nuovissimo mondo!

GIUDIZIO: WW 1/2

Note ideali, quelle di quest'album, per Fuoco cammina con me di David Lynch per le atmosfere lente, ma sempre comunque un po' inqiuietanti dipinte dai The Veils.


Filippo Nembrini


Acquista Veils - The runaway found, The su www.ibs.it
Acquista Veils - The runaway found, The su www.ibs.it


ARCHIVIO M4M

 
Nell'archivio delle recensioni di M4M sono ad oggi presenti 123 colonne sonore.
Per effettuare una ricerca inserisci qui di seguito un titolo, un film o una parola e trova la tua colonna sonora!
 
  Cerca il film



Puoi anche consultare l'archivio alfabetico dei titoli presenti:

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | #
 

ULTIMI INSERIMENTI
Kill Bill Vol. 1
Kill Bill Vol. 1
Atmosfere orientaleggianti e malinconiche. Ecco il primo frame che viene in mente ascoltando questa...
AA.VV. - Rocky horror picture show, The
AA.VV. - Rocky horror picture show, The
Grandioso musical irriverente, esilarante, provocatorio e provocante, The Rocky horror picture show...
Temple of the dog - Temple of the dog
Temple of the dog - Temple of the dog
Ho già accennato a questo capolavoro discografico recensendo la colonna sonora di Singles - L'amore...
Vedder Eddie - Ukulele songs
Vedder Eddie - Ukulele songs
Tutti abbiamo qualche pallino, qualche passione, qualche fissa: quella di Eddie Vedder è l'ukulele....
Kings of Leon - Come around sundown
Kings of Leon - Come around sundown
Quando nel 2007 incappai casualmente in Because of the night, terzo album dei Kings of Leon, rimasi...
Skunk Anansie - Wonderlustre
Skunk Anansie - Wonderlustre
Skunk Anansie significa Skin: se qualcuno avesse avuto dei dubbi in passato, dopo lo scioglimento...
Kula Shaker - Pilgrim's progress
Kula Shaker - Pilgrim's progress
Meteore. Così potrebbero esser definiti i Kula Shaker, che dopo il boom di vendite - oltre un...
Ligabue - Arrivederci, mostro
Ligabue - Arrivederci, mostro
Cinque anni d'attesa e finalmente ecco arrivare Arrivederci, mostro!, ottavo studio album di...
Bowes & Morley - Mo's barbecue
Bowes & Morley - Mo's barbecue
Lo scorso anno, dopo due decenni di onorata carriera, i Thunder - strepitoso gruppo inglese fedele...
Fastball - Little white lies
Fastball - Little white lies
Inaspettatamente, viste le alterne fortune della band, nell'aprile 2009 esce il quinto studio album...

 

 

 
 

© 2018 w2m.it - realizzazione tecnica: E.R.WEB - s.r.l. | Privacy Policy | Cookie Policy