W2M - Home Page
W2N Welcome to the News
W2N Welcome to the News INHUMANE RESOURCES di Michele Pastrello
W2N Welcome to the News Maria Grazia Cucinotta e Graziano Debellini per la rinascita di L'Aquila
W2N Welcome to the News ULTRACORPO, il nuovo corto di Michele Pastrello
W2M Newsletter
W2M Newsletter
Iscriviti

W4M Written for the Movies
Quante volte ti è capitato di leggere un libro e augurarti che ne venisse fatto subito un film?
W4M trasforma il tuo libro in un film!
Breaking News
Breaking News
Autore:
Frank Schatzing
Anno:
2014
Archivio W4M's
Segnala il tuo W4M

M4M Music for the Movies
Kill Bill Vol. 1
Kill Bill Vol. 1
Archivio M4M's
Segnala il tuo M4M

W2M Trivia
...Sfondate quella porta! Ma colonello, c'è sua suocera! Sfondate anche la suocera!!!
INDOVINA IL FILM INFO



 
 
IN SALA | Scheda Film


Midnight in Paris (R.Z.)Midnight in Paris (R.Z.)
di Woody Allen (2011)

Il regista statunitense lo aveva promesso alcuni anni fa: “prima o poi ambienterò un intero film a Parigi”. Lo ha fatto in modo eccellente; l’ultima sua fatica, infatti, è una delle sue migliori opere e, in effetti, ha avuto uno straordinario successo di critica e di pubblico in ogni paese (negli USA, in particolare, ha registrato il più alto incasso per un film di Allen degli ultimi venticinque anni). All’ottima prestazione contribuiscono una regia impeccabile, attori in stato di grazia, una fotografia eccellente che punta anche su scorci cittadini spesso diversi dai soliti, una magia un po’ fanée tipica di un certo ambiente parigino notturno e alcuni spruzzi di ironia. Gil (un ottimo Owen Wilson che, se ben diretto, dimostra di essere piuttosto bravo) è a Parigi con la quasi moglie Inez (Rachel McAdams – Irene Adler in Sherlock Holmes). Hanno approfittato del viaggio di lavoro dei genitori di lei - John (Kurt Fuller), un repubblicano tea-party che guarda con sospetto il futuro genero, e Helen (Mimi Kennedy), anche lei senza una grande opinione verso Gil - per passare qualche giorno di vacanza nella città europea prima del matrimonio. Per Gil, che ha successo come sceneggiatore, ma vorrebbe diventare un vero scrittore, Parigi ha un fascino particolare e il suo sogno sarebbe quello di viverci stabilmente dopo il matrimonio. Inutile dire che Inez e i suoi genitori considerano questa idea come una sciocchezza. A peggiorare la situazione arriva Paul (Michael Sheen) con la fidanzata, amici di Inez che in passato aveva una cotta per il ragazzo. Saccente, presuntuoso, ma “il partito giusto” per Inez e i genitori, Paul non manca occasione per sfoggiare la sua “cultura” e la sua capacità di stare nella società che conta. E’ nel ruolo di una guida di museo che troviamo una comparsa d’eccezione: la première dame Carla Bruni (un po’ legnosa, a dir la verità…). E’ per evitare un prolungamento della serata in discoteca che Gil decide di rientrare in albergo da solo, camminando. Quando non sa bene dove si trova, allo scoccare della mezzanotte, viene invitato a salire su un’auto retro e, di colpo, si trova nella Parigi Anni Venti (i cosiddetti “année folles” della Francia), ovvero il periodo storico e culturale che lui apprezza più di ogni altro. Passa da un incontro all’altro: conosce Francis Scott Fitzgerald (Tom Hiddleston, Loki nel recente Thor di Branagh) con l’amatissima moglie Zelda (Alison Pill), Ernest Hemingway (Corey Stoll) che gli dà diversi consigli di scrittura e di vita, oltre a presentargli la critica Gertrude Stein (Kathy Bates) alla quale Gil lascia il suo romanzo per un parere, Salvador Dalì, Cole Porter, Luis Bunuel, il torero Juan Belmonte e altri importanti personaggi dell’epoca. Ma l’incontro più importante per lui è con Adriana (una splendida Marion Cotillard), l’amante del momento di Pablo Picasso. Gil rimane affascinato da Adriana, dalla sua spontaneità e dal suo sorriso. Per rivederla, continuerà a prendere la famosa auto di mezzanotte, anche perché la fidanzata si diverte con i suoi amici. Casualmente, un giorno trova in un negozietto che tratta oggetti di modernariato un disco originale di Cole Porter e un diario di Adriana in cui la ragazza scriveva della simpatia provata per uno strano americano biondo di nome Gil. Con grandi aspettative torna al “suo” periodo dove scopre che il sogno di Adriana è vivere durante la Belle Epoque alla fine dell’800. La magia si ripete: i due sono invitati a salire su una carrozza e si ritrovano nella Parigi del secolo precedente, con gli artisti di quel momento. Adriana decide di rimanere nel periodo della Belle Epoque, mentre Gil capisce – come gli ha ben spiegato Gertrude Stein – che l’artista è colui che, con le sue opere, cerca di dare senso e speranza di fronte all’insensatezza dell’esistenza. Una volta presa coscienza di ciò, è facile per Gil decidere di rimanere a Parigi, di chiudere il rapporto con Inez e, magari, iniziare una nuova amicizia con Gabrielle (Léa Seydoux – Bastardi senza gloria e nella quarta puntata di Mission Impossible), la ragazza del negozietto, parigina DOC. Il film è imperdibile per i fan di Allen, ma è molto suggerito anche a coloro che ricercano e amano le opere ben fatte.

GIUDIZIO: WWW



Renata Zambelli


Acquista Midnight in Paris (R.Z.) su www.ibs.it
Acquista
Midnight in Paris (R.Z.)
su iBS.it
Acquista Midnight in Paris (R.Z.) su www.ibs.it

IN SALA | Ultimi Inserimenti

Captain America: The winter soldier
In Sala
Captain America: The winter soldier
di Anthony & Joe Russo

Uno dei pochi casi in cui il sequel è migliore del primo film. Il cambio di regista ha inciso in...
Tutta colpa di Freud
In Sala
Tutta colpa di Freud
di Paolo Genovese

Simpatica, divertente e non superficiale: la nuova opera di Genovese in sintesi.Francesco (un bravo...
Last Vegas
In Sala
Last Vegas
di Jon Turteltaub

Strizza l’occhio a Una notte da leoni, ma in versione agé, il nuovo film di Turteltaub che ha...
The Counselor Il procuratore
In Sala
The Counselor Il procuratore
di Ridley Scott

Il regista settantacinquenne famoso per i suoi film di fantascienza (in Prometheus, sorta di...
American Hustle – L’apparenza inganna
In Sala
American Hustle – L’apparenza inganna
di David O. Russell

Il regista de Il lato positivo punta al riconoscimento principale nella serata dei prossimi Oscar...
Un boss in salotto
In Sala
Un boss in salotto
di Luca Miniero

Vergognarsi della famiglia di origine: questo è quello che ha fatto Paola Cortellesi nella commedia...


Archivio Recensioni ARCHIVIO RECENSIONI
 
 

© 2022 w2m.it - realizzazione tecnica: E.R.WEB - s.r.l. | Privacy Policy | Cookie Policy